SPECT CT

La sigla SPECT CT (Single Photon Emission Computed Tomography) significa Tomografia ad emissione di fotone singolo.

Presso IRMET è installata una macchina orientata all’esecuzione di indagini di scintigrafia miocardica, scintigrafia ossea e linfonodo sentinella.

Consente di individuare con maggior precisione le indicazioni per ricorrere ad esami più invasivi, nonché a valutarne l’efficacia.

 

LA SPECT CT MIOCARDICA

Tramite la scintigrafia miocardia è possibile eseguire:

  • la ricerca della presenza di ischemia (ridotto afflusso di sangue) miocardica provocabile con lo sforzo o con l’infusione di farmaci
  • la ricerca di muscolo cardiaco non funzionante ma ancora vitale
  • la funzione globale o segmentaria del cuore

Si tratta di un’indagine con la quale è possibile accertare l’irrorazione sanguigna del muscolo cardiaco.

 

SCINTIGRAFIA OSSEA TOTAL BODY (SOTB)

Con la scintigrafia ossea total body è possibile rilevare patologie scheletriche oncologiche o infettive attraverso l’uso di un radiofarmaco osteotropo marcato con Tc99m

 

LINFONODO SENTINELLA

Per la ricerca del Linfonodo Sentinella vengono usati radio farmaci a base di nanoparticelle che, dopo l’iniezione, si concentrano nei linfonodi malati che vengono rilevati con apposita sonda durante l’intervento chirurgico.

 

Come avviene l’esame

La prima fase consiste nella valutazione, da parte del medico cardiologo o Medico Nucleare, di appropriatezza nonché di praticabilità di esecuzione dell’esame.

In base alla tipologia, poi vi sono diverse fasi:

SPECT CT MIOCARDICA: (FAST IMAGING con tetrofosmina): il paziente deve presentarsi a digiuno da almeno 6 ore. Sul torace scoperto (eventualmente rasato dall’infermiere) vengono posizionati gli elettrodi monouso per l’elettrocardiogramma, viene presa una via venosa periferica con ago cannula e al paziente viene fatto compiere uno sforzo (fisico o farmacologico) sotto il controllo del cardiologo. All’apice di questo, viene iniettato il tracciante radioattivo dal Medico Nucleare o infermiere professionale sotto la supervisione del Medico Nucleare.

A questo punto il paziente viene accompagnato in sala SPECT CT per eseguire l’acquisizione delle immagini. Al termine, viene nuovamente iniettato il tracciante, oltre ad essere somministrato un pasto grasso. Dopo 45/60 minuti di attesa in una zona calda, il paziente viene riaccompagnato in sala SPECT CT per l’acquisizione delle immagini a riposo.

Dal confronto delle immagini acquisite nelle due fasi (sforzo e riposo) emergono le più suggestive informazioni sullo stato di salute del muscolo cardiaco.

SPECT CT OSSEA: l'esame prevede la somministrazione endovenosa da parte del Medico Nucleare o infermiere professionale di un radiofarmaco radioattivo, che va a fissarsi a livello dell'osso in proporzione alla sua attività metabolica.  Dopo 4 ore dall’iniezione, il paziente viene accompagnato in sala SPECT CT per l’acquisizione delle immagini.

LINFONODO SENTINELLA: per linfonodo sentinella (L.S.) s'intende il primo linfonodo a essere raggiunto da eventuali metastasi in partenza dai tumori maligni che si diffondono per via linfatica. La tecnica è una procedura che consente di sapere, con un esame poco invasivo, se alcuni tipi di tumori (k mammella, melanoma, k della vulva, k ano) hanno iniziato a diffondersi ad altri organi.

Per identificare il linfonodo sentinella, il Medico Nucleare o infermiere professionale sotto la supervisione del Medico Nucleare inietta sottocute una minima quantità di un isotopo radioattivo che, seguendo le vie linfatiche, si blocca nel primo linfonodo che incontra. Trascorsi 45 minuti dall’iniezione, il paziente viene accompagnato in sala SPECT CT per l’acquisizione delle immagini. L’esame scintigrafico per la ricerca del LS è suddiviso in due parti. La prima parte si basa sulla captazione, tramite la gamma camera, dei fotoni gamma provenienti dalla sostanza radioattiva nel corpo del paziente. La seconda parte dell’esame scintigrafico avviene tramite un altro apparecchio più piccolo. Questo presenta una sonda collimata in grado di captare e conteggiare i fotoni gamma emessi dal paziente in modo molto accurato. Questa fase si svolge sul tavolo operatorio il giorno dopo l’iniezione.

 

Durata

L’insieme delle procedure descritte richiede un impegno che si protrae per 4 ore per la SPECT CT Miocardica (single day), 4 ore la Scintigrafia Ossea, Linfonodo Sentinella almeno 24 ore (considerando l’impegno della sala operatoria).

 

Rischi associati all’esame

La SPECT CT, come tutte le procedure medico nucleari, va riservata alla valutazione di quelle situazioni che possono trarre vantaggio dalle informazioni ricavabili e non ottenibili con indagini meno invasive. Le dosi di radiazioni, specie se somministrate ad un adulto e non ripetute con eccessiva frequenza, rappresentano un rischio prossimo allo “zero”.

Va comunque evitata a donne in gravidanza, anche solo presunta, salvo valutazione condivisa di necessità irrinunciabile. Altro tipo di rischio è rappresentato dall’esecuzione della prova da sforzo (per la SPECT CT Miocardica).

Va infine segnalato che il test provocativo ottenuto ricorrendo alla somministrazione di farmaci può dar luogo ad effetti collaterali quali ansia, cefalea, nausea, che possono protrarsi a volte per alcune ore, ma senza lasciare ulteriori conseguenze.

 

Tempi di attesa

Le attrezzature in possesso di IRMET garantiscono la possibilità di fronteggiare la domanda presunta senza attivare la lista di attesa o comunque di contenerla nel limite di 5 giorni.

I giorni di attesa eventuali vengono comunque comunicati a semplice richiesta telefonica.

 

Consegna dei referti

Il referto verrà consegnato al paziente, o a persona delegata al ritiro (con modulo di delega), entro due giorni lavorativi successivi all’esame.

Su richiesta il referto può essere redatto anche in lingua inglese, senza alcun onere economico aggiuntivo.

 

Come prenotare la SPECT TC

Per prenotare un esame SPECT TC è possibile contattare il centro IRMET di Torino:

Telefono: +39 011 3160158

Email: info.irmet@affidea.it

Form di contatto